venerdì 17 giugno 2011

Brunetta e precari nella Pa: ma chi sono e cosa fanno 2

Rispondono al telefono degli infiniti numeri verdi istituiti dalle Pubbliche Amminstrazioni, Vi forniscono informazioni agli sportelli, passano sotto lo scanner i vostri 730, oppure scrivono comunicati stampa sui siti, ma non mancano squadre di verniciatori dei cancelli delle scuole,  addetti alle pulizie negli uffici pubblici, biologi che analizzano il vostro sangue o infermieri - prevalentemente stranieri - che fanno prelievi di sangue o somministrano terapie in ospedali pubblici.
E l'elenco potrebbe continuare. Tutti con le stigmate del precariato.

Entrano in ufficio come me, ma  non timbrano il cartellino,  mangiano come me, ma non hanno diritto alla mensa, si ammalano come me, ma non hanno mutua,  lavorano come me, ma non conoscono  un aumento di stipendio, invecchiano come me, ma non avranno una pensione pari alla mia, lavorano come me, ma ma si prendono il 20 per cento in meno.  Sono i paria del nuovo millennio.

A loro è vietato fare un mutuo o affittare una casa, comprare una macchina a rate o più semplicemente fare un figlio.

Ditemi che lavoro fate e il tipo di amministrazione per la quale lavorate: questo blog è aperto a chi desidera arricchire la lista della vergongna.